FAMEEEEEEEEE!

Foto di <a href=”https://pixabay.com/it/users/reidy68-208937/?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=1495368″>Richard Reid</a> da <a href=”https://pixabay.com/it/?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=1495368″>Pixabay</a>

Ci sono momenti in cui ti mangeresti il mondo…questo non deve capitare perché ci manda in fumo tutti i nostri traguardi. Pero’ succede, spesso e volentieri. E allora che fare?

Innanzi tutto capire se si ha realmente fame o se il nostro cervello e’ annoiato e ci manda segnali di fumo per distoglierlo dalla noia (chiamasi fame nervosa)

Nel primo caso viene attivato un ormone che si chiama grelina, che fa fare grr allo stomaco e ci invia il segnale di fame; e’ indispensabile evitare questo processo perchè la grelina non ci fa perdere grasso. Quindi nel momento in cui sentiremo fame mangeremo qualcosa che non alzi i livelli di insulina (ad esempio un frutto), ma il giorno dopo ci ricorderemo di aumentare ai pasti principali la quantita’ di proteina e fibra per mantenere più a lungo il senso di sazietà.

Nel secondo caso,  occorre cercare un’attività che provochi piacere al nostro cervello e di tenerlo occupato come si fa con i bambini che cominciano a urlare nel bel mezzo di uno studio medico o in un museo.

Qua sotto vi scrivo i miei metodi che uso per tenere occupato il mio cervello, voi scrivetemi quali sono i vostri!

Leggere riviste che parlino di benessere o ricette sane;
fare una passeggiata preferibilmente in un luogo con alberi e prati;
ascoltare buona musica;                                                                                                                                                              accendere un incenso e meditare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *